Vai al contenuto

Gli Strumenti per lo smart working essenziali

Scritto da:

Lorenzo Priolo

Ora più che mai la pratica dello Smart Working è diventata parte integrante dei nostri lavori, andiamo quindi a scoprire quali sono gli strumenti necessari per lavorare il più comodamente possibile da casa.

Dispositivi adatti allo Smart working

Ovviamente per lavorare da casa non basterà utilizzare uno smartphone, avremo sicuramente bisogno di un PC, un laptop o un tablet convertibile munito di tastiera. Quasi tutti i programmi utili a lavorare da casa sono infatti compatibili anche con dispositivi Apple e android. In quanto a specifiche tecniche non avremo bisogno di un hardware troppo potente, visto che spesso andremo ad utilizzare in remoto i sistemi dell’azienda in cui lavoriamo. Una buona e stabile connessione a internet è invece essenziale per lavorare bene.

Programmi VoIP

Con il termine VoIP si intende Voice Over IP, ovvero un programma che permette banalmente di traferire la propria voce tramite internet. Al giorno d’oggi esistono applicazioni molto ben sviluppate per questo scopo, che permettono di comunicare con i propri colleghi quasi come se fossero nella stessa stanza con noi. Alcuni tra i migliori sono ad esempio Skype e Google Duo.

Esiste inoltre la possibilità di strutturare in centralino Virtuale con alcune applicazioni, in modo da poter connettere tra loro reti di telefonia private ad applicazioni VoIP. In questo modo potremo deviare le telefonate in entrata e uscita dalla rete del nostro ufficio al nostro computer di casa.

Smart Working in Cloud

Un’altra risorsa fondamentale sono i programmi che ci permettono di salvare e condividere file in internet, in modo da averne la disponibilità in qualsiasi posizione e soprattutto per evitare la perdita di dati. Questo tipo di applicazioni ci mette a disposizione una data quantità di spazio (Gb) in cui fare un backup dei nostri file, e ci da la possibilità di condividerli con altri utenti in qualsiasi momento.

Le piattaforme migliori per questo scopo sono Google Drive, DropBox e Mega.

Strumenti per videoconferenze

Quando un semplice canale vocale tra colleghi non basta, possiamo affidarci a piattaforme che ci permettono di condividere in tempo reale sia video che voce, utili ad esempio per fare delle presentazioni.

Una particolarità delle applicazioni come Google Meet e Zoom è quella di darci la possibilità di condividere lo schermo del nostro computer in tempo reale, in modo da far vedere a tutti i presenti alla riunione la stessa cosa che stiamo vedendo noi.

Per usare al meglio questi programmi sarà necessaria una webcam, spesso integrata nei laptop, ma sicuramente assente in un pc fisso.

Smart working con desktop remoto

Ci sono infine delle applicazioni che ci permettono di lavorare in remoto utilizzando un computer situato in un altro posto. Il vantaggio di questi strumenti per lo Smart Working è quello di poter utilizzare le risorse Hardware di un altro pc, utilizzando il nostro come semplice tramite.

Per lavorare in questo modo una connessione veloce diventa un requisito essenziale per evitare latenze tra i due sistemi o inutili sprechi di tempo.

Un ottimo programma che ha questa funzione è TeamViewer.

Articolo precedente

Spam e Scam: cosa sono e come proteggersi